Home » Ente Parco » News

La migrazione primaverile del Falco pecchiaiolo

I risultati del monitoraggio

( Arenzano, 30 Maggio 19 )

Sono stati più di 3100 i falchi pecchiaioli conteggiati nella sessione di rilevamento condotta dal 7 al 18 maggio, ai confini meridionali del Parco del Beigua, sui primi rilievi alle spalle di Arenzano. Il Falco pecchiaiolo (Pernis apivorus), tra i rapaci, è la specie più abbondante in migrazione pre-riproduttiva nel Parco del Beigua come in molte altri siti di migrazione italiani e mediterranei, ed è seguito da oltre 15 anni in questo periodo-chiave con modalità e protocolli d'osservazione standardizzati.

"Il monitoraggio di una specie animale mediante conteggi ripetuti negli anni può sempre riservare sorprese, si tratta di un risultato di poco sotto la media, più vicina ai 3300 soggetti. Questo numero rientra comunque nella variabilità e nelle fluttuazioni numeriche annuali, anche considerevoli, delle popolazioni animali che si spostano da un continente all'altro alle prese con condizioni ogni volta diverse ma sempre decisive: questa variabilità opera alle varie scale con in più gli effetti della meteorologia sui conteggi, piuttosto avversa in questo maggio 2019, come rilevato da molti- dice Luca Baghino l'ornitologo che da oltre 30 anni segue il fenomeno della migrazione dei rapaci per il Parco - Il flusso, almeno nella seconda metà del periodo, è stato in parte bloccato e ritardato, contrariamente a quanto invece avvenuto due mesi e mezzo prima per il Biancone"

A maggio si muovono popolazioni dirette nei Paesi dell'Europa centro-orientale e composte da falchi pecchiaioli adulti, che hanno trascorso vari mesi a svernare nelle foreste tropicali dell'Africa centrale; ritornano infatti da questa vasta area geografica che, ad un rapace con dieta specializzata in quanto basata sugli Imenotteri (vespe soprattutto), offre habitat ricchi di risorse alimentari, ma da maggio in avanti buone disponibilità trofiche si ritrovano, per le loro esigenze riproduttive, anche alle nostre latitudini e a quelle superiori.

La migrazione primaverile del Falco pecchiaiolo
La migrazione primaverile del Falco pecchiaiolo
 
Condividi su
IUCNUNESCOGGNEGNEuroparcFederparchiMinistero dell'AmbienteParchi di Liguria