Home » Ente Parco » News

Migrazioni primaverili del Biancone: i dati di monitoraggio 2020

( Varazze, 29 Marzo 20 )

Niente Biancone Day quest'anno e annullati, come doveroso, ancora prima dell'arrivo dei divieti, tutti gli eventi di birdwatching che avevamo in programma per la primavera. Ma il passaggio dei rapaci in migrazione nei cieli del Beigua non si è fermato, ovviamente, e i più fortunati hanno anche avuto l'occasione di osservarli dal balcone di casa, con grande soddisfazione.

La sessione di monitoraggio dei bianconi in migrazione del marzo 2020 può essere considerata senz'altro positiva. Nel periodo di riferimento 10-21 marzo seguito ogni anno dal Parco del Beigua, senza i consistenti anticipi osservati sempre più stabilmente negli anni a partire dal 2000 in avanti, per la sessione di quest'anno si è ottenuto un risultato che è prossimo ai 2700 individui, di cui il 90% rilevati in due giornate, il 10 e il 14 marzo, con più di 1000 soggetti in transito massivo.

"Le varie fluttuazioni annuali con le consuete variabilità sono una regola determinata dalla meteorologia: queste influiscono sul numero dei bianconi osservati in migrazione nell'area del Beigua, cioè la soglia di riferimento attesa per le due prime decadi di marzo, collocabile tra i 2000 e i 2500 e anche oltre, secondo la tendenza riscontrata dal 2010 in poi - dice Luca Baghino, l'ornitologo che dal 1984 si occupa del fenomeno della migrazione dei rapaci nel Parco del Beigua – Si tratta nella quasi totalità di individui adulti, destinati ad accasarsi per lo più, ma non esclusivamente, in Italia per la nidificazione, la fase della loro vita che li farà rimanere nel nostro Paese fino alla seconda metà di settembre".

Migrazioni primaverili del Biancone: i dati di monitoraggio 2020
Migrazioni primaverili del Biancone: i dati di monitoraggio 2020
 
Condividi su
IUCNUNESCOGGNEGNEuroparcFederparchiMinistero dell'AmbienteParchi di Liguria